Login

Oggi e' stato un giorno speciale per un maratona fatta in 2h:55':16".

Speciali sono quindi i miei ringraziamenti, su cui mi dilungo qui di seguito.

 

- A mio figlio Giorgio innanzitutto, che stamani prima della gara ha voluto che la mamma lo aiutasse a telefonarmi: voleva salutarmi prima della gara come se fossi gattoboy. Questo e' stato il più bel regalo matutino che potessi ricevere.

 

- A mia moglie Francesca , non solo per aver sopportato le ultime settimane di allenamento: ma per aver accettato da oltre 10 anni di stare, e poi sposare, un tizio che 70minuti al giorno tutti i giorni va a correre sparendo da casa, per un totale di oltre 5500 km l'anno pari a oltre 400h di assenza. Saper comprendere inoltre un marito che ogni due/tre settimane scompare per 2h per un lungo da 30km, tollerare serenamente un compagno di vita che pianifica treni e aerei in modo da non perdere mai il momento della sessione quotidiana. Grazie nonostante tutto questo per avermi sposato, accettando che due ore prima di andare all'altare mi facessi perfino l'ultima 21km da scapolo, e grazie stamani di essersi buttata giu' dal letto per dar voce al nostro figlio primogenito.

 

- Alla Bocconi, che mi ha dato la "carica"  giusta per allenarmi, distogliendomi dal fare come al solito, che arrivo in maratona con lo spirito di una corsetta sotto casa domandandomi come mai mi trovo poi con 10minuti di ritardo rispetto ai miei teorici.

 

- Al professor Enzo Baglieri che mi ha invitato e stimolato, distogliendomi dalla Maratona di Parigi e fornendomi gli stimoli appropriati.

 

- Alla rete del dono e alla giusta causa per cui ho partecipato (siete sempre in tempo a dare una donazione, vedete link : https://www.retedeldono.it/it/iniziative/universit%C3%A0-bocconi/vittorio.innocenti/vitto-corre-per-il-merito)

 

- Al mio gruppo sportivo Atleticom ASD, in particolare al presidente Camillo , che ha partecipato alla rete del dono con una donazione davvero generosa e che in generale mi stimola su ampi progetti associazionistici e di ampio respiro che il gruppo osservera' nei prossimi mesi.

 

- All'organizzazione della Maratona di Milano e al gruppo EKIS Sport, con le sue lezioni di "mental coaching" remote, davvero pazzesche.

 

- Al mio amico Ferdinando Longo, "medico maratoneta" che mi ha saputo assistere quando, alcune settimane fa cadevo in allenamento ad oltre 20/orari provocandomi una leggera frattura nonscomposta dell'11ma costola. Solo un medico maratoneta può capire e consigliarti senza pregiudizi (un medico "normale" e' raro che ti consigli piu' di una minestra e due settimane a casa). Grazie, Feo.

 

- A tutti coloro che hanno partecipato alla raccolta fondi, mettendomi nelle condizioni di portare una discreta dote. Cito, in ordine temporale di donazione: Federico Fabbiani mio cognato, Gianluca Guerrieri, Enzo Baglieri il "director", Carlo di Atleticom, Gabriella Baschieri mia zia, Simone Macchiusi un atleta conosciuto in gara, Marco Chicchisola altro cognato, Luca Priggione Matte', gruppo Atleticom ASD, Camillo Franchi suo presidente, mia mamma Giovanna degli Albizzi e last ma not least Federico Cirulli che non e' ultimo ma semplicemente da buon maratoneta ha voluto attendere il giorno della gara per fare la sua donazione

 

- A Davide Minneci  che  che stamani ha recuperato la mia valiglia all'albergo, a Davide Minnecie Lucrezia De Martino per avermi fatto trovare una doccia calda a pochi metri dall'arrivo, dato che abitano in zona. Sempre a Davide Minneci per avermi preparato un pranzetto straordinario (foto sotto) ed avermi infine accompagnato alla Stazione in motorino.

 

GRAZIE infine allo scambio di chiacchiere con Michele Rossanigo che promette un uscita di famiglia ma sopratutto a Francesco Attisano che con la sua frase "e' un bel muro vediamo se lo superi" mi ha fatto incazzare al punto giusto perche' io avrei SEMPRE meritato di starci sotto! Tie'! :-P

 

GRAZIE !!

0
0
0
s2smodern